24/02/12

A PROPOSITO DEL LINCIAGGIO DEL TESTIMONE DI MORTEGLIANO

Mentre tutto accade e il nostro divenire umano, che non è più essere (magari lo fosse) si scontra ogni giorno con la stupidità e l’invidia, vediamo che forse creature di altri mondi e dimensioni entrano in contatto con noi. Questo sembra essere accaduto in quel di Mortegliano, in provincia di Udine, nel Friuli-Venezia Giulia, alcuni giorni fa. Qualcuno ha avuto il coraggio di testimoniarlo. La massa ha invece solo il coraggio di deriderlo. Ecco allora i linciaggi in pubblico fatti non con le pietre, ma con la parola che si fa sberleffo, con lo scritto che si tramuta in ingiuria, insinuando sempre il sospetto che chi riferisce una sua esperienza lo faccia solo per un suo proprio e qualche tornaconto. Una situazione questa in Italia che ha del grottesco. Tutti pronti a vestirsi da giustizieri mascherati, armati di tasti immersi nel veleno e di anacronistica moralità tipica di un Paese, il nostro, che si accinge ad entrare in guerra e a finire malissimo nel caos mondiale voluto da poteri occulti.

Non esprimo alcun parere in merito all’avvistamento di Mortegliano. Non posso farlo perché manco degli elementi fondamentali e non ho indagato in loco, non ho parlato con il testimone, né con l’inquirente che sta divulgando il suo caso. So però per certo che i luoghi che fanno da scenario a questa vicenda sono talmente ricchi di una tradizione di contatti e di incontri ravvicinati, da far parte ormai quasi della quotidianeità. Ho amici, in quella regione, che mi informano sempre dei loro avvistamenti ed esperienze di contatto e a loro io credo. Alcuni sono ufologi, altri sono addotti. Non credo che, fra Udine e Pordenone la gente stia reagendo come pressoché tutta l’Italia ufologica sta dimostrando in questi giorni.

Assisto quindi inorridito a questo spettacolo da santa inquisizione, alimentato dai tanti che si divertono ad affastellare la legna sulla pira, pronti a veder bruciare vivo il testimone e chi osa sostenerlo e osa studiare e divulgare l’esistenza di fenomeni che esulano dai canoni ortodossi.


Leonard D'Andrea, il testimone dell'alieno di Udine.


La Verità è sempre la più scomoda, per quanto assurda essa possa sembrare.

Maurizio Baiata, 24 Febbraio 2012

link

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Neanch'io ero presente quando è successo il fatto quindi non posso dire se sia vero o falso,in questo senso ognuno si fa la sua opinione.Credo però che bisognerebbe rivalutare il peso delle parole,che non sono così leggere come si crede.Le parole specie se usate a discredito o a infamia di qualcuno pesano più delle pietre,e come esse se lanciate indiscriminatamente fanno molto male e molti danni.A volte la verità,tale o presunta è meglio tenerla per sè,perchè a descriverla o si viene derisi o si viene impiccati.Bisogna far contenti gli ignoranti che vedono il mondo come fa loro comodo,e che sono troppo limitati per immaginare realtà e verità scomode.In fondo non li si pùò biasimare;pensare è un mestiere faticoso e perciò non si può chiedere a chi ha poca materia grigia di affaticarsi più del dovuto. Gengis

Anonimo ha detto...

Parlare di un presunto incontro alieno in un programma come quello di Magalli è in un certo senso andarsele a cercare.A parte la mancanza di tempo per gli approfondimenti,il programma ha un'intonazione da intrattenimento più che scientifica.E fra l'altro essere intervistati da qualcuno che non crede ci può anche stare,a meno che non senta il bisogno di montare una baracconata televisiva,svilendo la figura del testimone.In questo senso credo che la testimonianza sia stata un buco nell'acqua.Sarebbe stato meglio andare a Voyager,se non altro il trattamento sarebbe stato un pò diverso. Michele

Stefano ha detto...

sono assolutamente d'accordo con Maurizio Baiata, sono sacrosante parole le sue.. e il mio pensiero è perfettamente su questa linea d'onda. sto leggendo(sul caso di Mortegliano)articoli in rete e commenti su vari forum che fanno accapponare la pelle! ormai non mi sorprende più nulla, però mi lascia sempre un gran velo di tristezza e rabbia nel leggere le solite affermazioni"medioevali" e ignoranti allo stato puro.
grazie Annalisa per aver postato l'articolo. a presto

Francesco ha detto...

per chi vole approfondire ecco il link all'intervista completa su I fatti Vostri

http://www.youtube.com/watch?v=THYd-lslAgg

Annalisa ha detto...

Prego Stefano. Sì, è veramente odioso questo linciaggio mediatico gratuito ogni volta che qualcuno si mette in piazza e osa raccontare la sua esperienza con l'"Oltre", è un vero sacrificio.

Anonimo ha detto...

Da un lato concordo con chi sostiene che essere scettici a tutti i costi senza cercare di approfondire le questioni sia una situazione non pagante in termini di risposte certe.Dall'altro lato però penso anche a certe incongruenze quando non propri e veri sospetti nella storia sono comunque presenti.Anch'io ho letto in diversi altri siti e forum di questo caso,e a volerlo analizzare in maniera seria ci sono cose che non tornano.Paradossalmente una storia non vera pùo essere credibile,mentre una reale no.Nel secondo caso infatti ciò succede quando ci siano angoli bui che possono essere diversamente interpretati a seconda di chi osserva.Credere o non credere è una faccenda personale,ma se vogliamo far credere qualcuno dobbiamo convincerlo,e le prove di vario genere in questo senso aiutano molto. Micky

Anonimo ha detto...

Se vi trovaste in una città di mare e uno sconosciuto venisse a dirvi che una nave del porto si è sollevata dalle acque e ha girovagato nel cielo della città gli credereste?Il semplice fatto che qualcuno affermi qualcosa significa che dice la verità?O sareste piuttosto scettici e diffidenti?Chiunque può dire quello che gli pare,ma se vuole essere creduto deve,se non presenta prove almeno essere credibile,e nel racconto non ci devono essere contraddizioni,come invece è avvenuto nel caso dell'alieno di Mortegliano. Giulio

Anonimo ha detto...

Un essere che si presuppone sia fisico,quindi non un oleogramma,un fantasma,o una forma di energia,e che sia alto 4 metri,pesa sicuramente qualcosa.Perchè il giorno sucessivo non ci si è recati in loco per verificare la presenza di eventuali tracce sul terreno,o per valutare per esempio se c'erano tracce di radioattività?Le testimonianze si potevano registrare anche da parte di coloro che non volevano essere citati.Giusto per verificare punti comuni,impressioni,dati.Invece non si è fatto nulla lasciando il giudizio non a prove comunque verificabili a prescindere,ma a impressioni personali che variano da soggetto a soggetto.La concomitanza dell'interessamento di Chiumento ai più è risultata più che dettata dal caso dall'interesse personale,e ci sono diversi altri aspetti che non tornano.Una persona normale non particolarmente legata al fenomeno Ufo/Alieni più che basarsi su congetture si basa su prove concrete.Non si può dare per scontata nessuna ipotesi,nè della veridicità del fatto,nè che si tratti di uno scherzo o di altre ipotesi verosimili.Un approccio diverso un pò più analitico avrebbe permesso di gestire le ipotesi in maniera più strutturata.Allo stato attuale nessuno può mettere la mano sul fuoco su nessuna delle ipotesi. Roberto

Anonimo ha detto...

In un forum che riguarda l'alieno di Mortegliano ho letto un commento più o meno di questo tipo:Se una statua della Madonna piange sangue si forma il pellegrinaggio,mentre se qualcuno dice di aver visto un alieno nessuno o quasi gli crede.Gli si può dare ragione in parte infatti nel caso di una statua che piange sangue vi è almeno una prova tangibile del fatto(anche se poi venisse appurato il falso)mentre nel caso di avvistamenti di vario tipo in genere c'è solo la testimonianza verbale,e se sono presenti filmati o foto in genere possono venire interpretati in vario modo.Non c'è niente di strano,è il modo di pensare tipico delle persone, e cioè se non vedo non credo.E un modo di pensare che non si adatta a tutte le situazioni della vita,ma va anche considerato che in ufologia ci sono molte bufale e quindi il dubbio è per i più d'obbligo. Alessandro

Anonimo ha detto...

Io credo sia negli Ufo che negli alieni.Credo che vengano dallo spazio,così come dallo stesso pianeta terra.Credo nelle teorie complottiste che vedono i governi come forza oscura,che si contrappone alla conoscenza e alla verità.Però mi domando sempre più spesso se essere intimamente convinti di qualcosa significhi avere la certezza che quel qualcosa è così come lo pensiamo.Siamo andati sulla luna?Su di essa ci sono costruzioni aliene?Esistono gli alieni e così via.Per queste e tante altre domande esistono prove e controprove.A seconda di come ci poniamo rispetto alle une o alle altre assumiamo un certo modo di pensare,che in molti casi non lascia aperti spiragli alle idee opposte alle nostre.Come se le nostre verità fossero migliori di quelle degli altri.Forse la verità reale è più complessa ed è fatta di fatti che per noi possono anche essere in antitesi ma che poi effettivamente coesistono all'unisono.Perciò non esistono considerazioni sbagliate sul problema,ma tante idee che convergono verso un'unica verità,che prima o poi si paleserà in maniera più chiara per tutti. Mauro

the rock ha detto...

Cara annalisa,ti stupirò ma ormai essere scettico su eventi di questo tipo non è peccato.
Ormai nel caos in cui ci troviamo,ogni giorno se ne sentono di tutti i colori,diventare scettici salvo prove certe e non solo in ambito di ufo,abduction ecc ma anche in termini dei cosidetti miracoli e l'unico modo per evitare che i Ciarlatani sfruttino la notorietà e spillino soldi a persone fragili,malate e a gente come me che desiderano,vorrebbero,e sperano in un mondo migliore fatto di pace,amore e giustizia chiunque sia a portarlo (Dio o alieni).
Fermo restando di credere nella vita al di fuori del sistema solare,ma attendo una prova decisiva (letteralmente un loro sbarco sulla terra ripresa da ogni emittente Tv)che dimostri la loro (degli alieni) superiorità tecnologica per il momento no non posso crederci sono troppe le volte in cui sono rimasto deluso da qualcosa o da qualcuno.
Ciao a tutti!

Annalisa ha detto...

Non credo affatto che una apparizione plateale sia la cosa giusta, specialmente per convertire lo scettico a credente, sembra quasi voler accontentare dei bambini per i loro capricci, perchè non crescere? Perchè non evolvere, fare questo benedetto sforzo che tanti hanno fatto o stanno facendo?
Dio (inteso come pura energia onnicreante/Luce) lo vediamo? no eppure sappiamo bene che esiste! tanto per fare un esempio banale.
Lo scettico ha bisogno di prove materiali per credere perchè il suo "sentire" è limitato, perchè ha delle limitazioni, perchè è razionale, ma molte volte non basta nemmeno la prova perchè molti grideranno alla truffa, non volgiono crederci comunque.. lucchetti mentali. E' un problema di coscienza l'avere difficoltà a credere nella realtà aliena, ma si può superare. Certo, so bene che bisogna stare attenti e discernere per bene tra i tanti personaggi del calderone ufologico che raccontano di aver avuto contatti ma che in realtà non era così, ma dico anche che la realtà aliena esiste comunque e dovunque a presindere da questa melma di personaggi che sporcano il fenomeno UFO (e deludono alcune persone che gli prestano fiducia e poi quando capiscono che è una sporca truffa ecco che rinnegano la realtà UFO/Alieni per colpa del contattato di turno)e le prove le abbiamo eccome! Fino alla nausea.
Gli scettici lasciamoli perdere perchè oramai siamo ad un punto della nostra evoluzione che o si è dentro o si è fuori, in tutti questi recenti anni sono accadute tante cose, tanti avvistamenti, tanti contatti, tante notizie da perte di persone credibili, integre tra personale civile e militare da scoppiare. Scettico=problema di Coscienza.
Il caso di Udine potrebbe essere reale come potrebbe essere falso, a me non importa, perchè so già che Loro sono in mezzo a noi.
Ciao

Anonimo ha detto...

MIE RIFLESSIONI.
Ancora una volta è stata compiuta un’opera di linciaggio mediatico e non, di una persona che ha avuto il “ torto “ di vedere qualcosa che a qualcuno da fastidio o fa paura per motivi che preferisco non menzionare. Come al solito si è proceduto a ridicolizzare e screditare un uomo che ha visto qualcosa, molto probabilmente un veicolo di origine non terrestre. Io faccio parte di coloro che sono sicurissimi che alcuni degli oggetti che si vedono nei cieli sono appunti mezzi di trasporto di origine non terrestre. Non ho paura a schierarmi, non ho paura a essere considerato strano o pazzo e non me ne puo’ fregare di nulla dell’opinione della maggior parte della gente che non crede a queste cose.
Sono convintissimo che l’avvenimento piu’ importante dei prossimi decenni ( probabilmente anche molto prima ) che attende l’umanità sia il contatto con le civiltà degli altri mondi, con quelli che io considero i Nostri Fratelli Maggiori, coloro che sorvegliano la nostra evoluzione e crescita, proprio come noi facciamo con i bambini. E questo accadrà perché Gaia, o Saras come la chiamano molti alieni, il pianeta su cui viviamo, è destinata a un salto quantico e con essa l’Umanità procederà a un innalzamento del livello vibratorio, almeno la parte di Umanità che intende adeguarsi agli inevitabili cambiamenti del grado di consapevolezza che ci attendono, come puntualmente previsto dalle profezie Maya, Hopi e di altri popoli, al di là di tutte le ipotesi catastrofiste tipiche delle speculazioni commerciali orchestrate ad arte da determinati ambienti !!!
Quando si arriverà a un punto che tutti vedranno i veicoli extraterrestri nei cieli e tutti li potranno filmare, cosa si inventeranno i vari governi, i servizi segreti , i potentati finanziari e militari, il Vaticano e tutti gli altri gruppi di quaquaraquà per tenere in piedi il castello di menzogne che dura da tantissimo tempo, la cortina di silenzio che avvolge la questione dell’esistenza degli esseri di altri pianeti? Avranno ancora la faccia tosta di dire che si tratta di fenomeni meteo molto rari o allucinazioni collettive o di singoli individui malati di protagonismo ? Poveri illusi !!! Non ci si puo’ opporre all’inevitabile. Non sarà piu’ possibile ricorrere ai soliti metodi di insabbiamento. Le bugie hanno le gambe corte e prima o poi la verità verrà a galla con mia grande soddisfazione. Perché è nella logica delle cose che questo avvenga !
Mauro-Lecco

Annalisa Cisi ha detto...

Sono perfettamente daccordo con te Mauro, grazie.

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...