28/04/12

FINALMENTE UN ENTE UFFICIALE, LA NATIONAL HEALT FEDERATION, CONFERMA LA PERICOLOSITA' DELLE SCIE CHIMICHE!!

Chi di "noi" internauti non ha mai sentito parlare del fenomeno delle "scie chimiche"? Pochi o nessuno, al di là che ognuno di noi lettori ci si creda o meno le voci che corrono nel web fra sostenitori della loro esistenza e non sono davvero moltissime e spesso e volentieri si può correre il rischio di perdersi nei meandri della rete cercando di sbrogliare la matassa fra voci, dicerie e fatti riscontrabili. Il 18 Aprile 2012 però accade un fatto di fondamentale importanza, è uscito un articolo ufficiale ed è la prima volta che, attraverso il Dottore e Professore Russel L.Blaylock, un ente ufficiale si pronuncia sulle attività chimiche e sulla Geoingegneria. Lui appartiene alla National Health Federation ed è uno stimato ricercatore e biologo nel campo delle neuroscienze.
Nel suo articolo Blaylock scrive cito testualmente: "Io prego che i piloti che stanno spargendo queste sostanze pericolose comprendano appieno che stanno distruggendo la vita e la salute anche delle loro famiglie. Questo vale anche per i nostri funzionari e politici. Una volta in cui piante, suolo e le falde saranno fortemente contaminati, non ci sarà alcun modo per invertire il danno che è stato causato. Provvedimenti devono essere presi ora per evitare un imminente disastro alla salute, di enormi proporzioni, che potrà accadere, se queste attività non saranno fermate immediatamente. Altrimenti vedremo un aumento esplosivo, dai tassi senza precedenti, delle malattie neurodegenerative che si conclamano negli adulti e negli anziani, così come dei disturbi nello sviluppo neurologico nei nostri bambini. Stiamo già assistendo ad un drammatico aumento di disturbi neurologici e sta accadendo ai giovani come mai in passato. "
Nel suo articolo il Professore parla specificatamente delle particelle dei composti di alluminio di dimensioni nanometriche, affermando come sia dimostrato scientificamente che tali particelle siano infinitamente più reattive e che inducano ad intense infiammazioni in uno svariato numero di tessuti. Il professore prosegue affermando quanto queste nanoparticelle di alluminio stiano aumentando le malattie neurodegenerative del cervello, tra cui cita demenza di Alzheimer, il morbo di Parkinson e la malattia di Lou Gehrig (S.L.A.) e di come queste malattie sia scientificamente correlate all'esposizione all'alluminio ambientale.

"… Vari studi hanno dimostrato che queste particelle passano lungo le reti neuronali olfattive, che collegano direttamente la zona del cervello…"

13 commenti:

Flavia ha detto...

Non è la prima volta che leggo articoli sulle scie chimiche, e credo che tutto ciò sia fatto di proposito per precipitare l'umanità nella misera e nella disperazione. Nessun appello verrà ascoltato, purtropopo.
Flavia

Annalisa ha detto...

Flavia lo so ma non bisogna mai smettere di combattere, bisogna continuare a informare e a far conoscere questa infida realtà. Ciao.

Pluto ha detto...

Annalisa, la National Health Federation é una associazione privata di no-profit che si ripropone di combattere le limitazioni governative alle "cure alternative" e ai supplementi alimentari alternativi, oltre a combattere i vaccini ai bambini e l´aggiunta di fluoro nell´acqua.
Non si tratta in nessun modo di un ente governativo ma di privati cittadini che si interessano di argomenti border line piuttosto discutibili.

Alle scie chimiche non credo, sono un complotto inesistente, non motivabile, non sostenibile né sostenuto da alcuna prova ma al contrario dimostrato inconsistente dalle prove attuali: non ultima quella che un aereo non avrebbe la capacitá di carico sufficiente a lasciare scie di materiali di qualsiasi natura per piú di 10 Km menter le scie sono lunghe centinaia.
A questo FATTO i "ricercatori indipendenti" non rispondono mai.

Sono piú propenso a credere alle abduction e alla presenza di alieni tra noi che alle scie chimiche. :)

Annalisa ha detto...

Siamo liberi di credere in quello che vogliamo Pluto.

Pluto ha detto...

Vero Annalisa, siamo liberi di credere o no.

Sai che mi scoccia in realtá? Che gli argomenti "alternativi" la gente o li abbraccia in toto o per niente, senza nessun discernimento.
La scelta é binaria: o credi al "main stream" o credi ai "complottisti": tertium non datum.

Credi alla possibilitá di un contatto con alieni? Bene.. allora eccoti il pacchetto in cui prendi aggratis pure scie chimiche, apocalisse Maya 2012, bicarbonato contro il cancro e Morgellon´s.

Se rifiuti il pacco offerta allora sei un "diverso tra i diversi".. cavolo! Ultimo gradino della anti-socializzazione! ;)

Anzi! I piú iniziano subito a pensare che sei un disinformatore e hai alle spalle qualcosa da nascondere per negare queste "evidenze".

beh.. se trovo un´astronave a noleggio ti porto a fare un giro! :)

simone708 ha detto...

Caro Pluto ... checchè tu ne dica, proprio tu sei uno di quelli che prendono in toto il pacchetto "tutto compreso". Infatti la tua flebile contestazione sull'esistenza delle scie chimiche viene fatta con il classico atteggiamento di chi da bambino decide per quale squadra di calcio tenere.
Poi, mi stupisce questa tua sequenza di ingenuità: "Alle scie chimiche non credo, sono un complotto inesistente, non motivabile, non sostenibile né sostenuto da alcuna prova ma al contrario dimostrato inconsistente dalle prove attuali: non ultima quella che un aereo non avrebbe la capacitá di carico sufficiente a lasciare scie di materiali di qualsiasi natura per piú di 10 Km menter le scie sono lunghe centinaia."
E' allucinante quanta ignoranza dimostri in queste affermazioni. Vuoi un consiglio? Leggi con frequenza il sito www.luogocomune.net di Massimo Mazzucco. Lì troverai abbondanza di materiale per colmare la tua voragine di sublime ignoranza.

Anonimo ha detto...

Mi ha sempre interessato l'aereonautica, sin da quando ero ragazzo, specie quella militare,e per quanto riguarda le scie chimiche, mi trovo a pensare a metà fra i due schieramenti principali, che si contrappongono al problema.Quando ero ragazzo per esempio le scie degli aerei erano molto diverse da quelle attuali.Dapprima molto nitide, tendevano a scomporsi e a sparire molto velocemente, mentre quelle attuali, pur essendo nitide in principio, si scompongono molto lentamente e formano una specie di corridoio lattiginoso.Mi sono detto che forse dipende dall'utilizzo di nuovi carburanti(le forze aeree di diversi paesi hanno o stanno provando a utilizzare carburanti ecologici alternativi, meno costosi del carburante avio tradizionale).Può essere,ma per esempio non mi convincono le foto del cielo in cui esso è striato da strisce parallele a bassa quota.A parte il fatto che le formazioni aeree sono in genere ridotte a coppie di aerei,per ottenere certi effetti gli stessi aerei dovrebbero ripassare per lo stesso spazio aereo, seguendo una sorta di disegno lineare preciso.E questo è almeno anomalo.Ma a bassa quota passano solo i caccia mentre gli aerei che rilasciano le scie sono aereocisterne o similari per grandezza, che per motivi di sicurezza non volano mai troppo basso.Inoltre da riscontri ottici effettuati anche da piloti di linea che hanno visto da vicino queste cisterne, esse non hanno contrassegni, e questo non è normale,perchè un aereo senza tali riconoscimenti è come un auto che gira in strada senza targa.Fra l'altro in certi casi i piloti di linea hanno fatto notare che gli aerei in questione quando passavano vicino agli aerei di linea interrompevano l'irroramento,per poi riprenderlo una volta allontanatasi di rotta,come se non volessero essere visti.Certo è strano che nel caso in cui stessero irrorando il cielo con sostanze tossiche,i piloti non si rendano conto o non sappiano che avvelenano anche sè stessi e i propri familiari.Nè si spiega come mai se questo avviene realmente non ci siano state fughe di notizie di qualsiasi genere da parte degli addetti all'irroramento.Dovunque ci sono persone un segreto non rimane tale molto a lungo.E le irrorazioni si svolgono in tutto il mondo,quindi vi sono coinvolte come minimo decine di migliaia di persone.Pluto inoltre ha ragione quando dice che la NHF è un'associazione privata,con finalità anche non proprio chiare.Se l'affermazione fosse stata fatta da un Ente di studio governativo, essa avrebbe avuto un peso diverso.Riguardo a coloro che sostengono che hanno raccolto le sostanze cadute o formatesi dopo i passaggi degli aerei e che sono di varia natura, è certo strano che molto spesso si tratti di sostanze sintetiche,non rintracciabili in natura,ed è anche strano che le stesse sostanze si trovino sul terreno.Occorrerebbe uno studio di vaste proporzioni che dimostri in maniera inoppugnabile che gli aerei rilasciano sostanze tossiche,perchè altrimenti non c'è modo di fermare le scie.Anche se se ne parla nei blog o in certi siti,la maggior parte delle persone è disinteressata alla cosa,per cui i pochi che ne parlano si trovano nella stessa situazione di Cassandra che diceva ai troiani di non portare in città il cavallo di legno.E che comunque qualcosa di losco ci sia dietro,sembra dimostrato dall'attacco giudiziario al principale sito di informazione sul tema.Perchè attaccare qualcuno che dice cose che possono essere smentite scientificamente?O forse lo si attacca per il motivo contrario per metterlo a tacere, e far capire l'antifona anche agli altri divulgatori ribelli?Chissa. Roby

gianni ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=pzAGL5p6DRI&feature=share

Pluto ha detto...

..ecco ecco.. che dicevo?
se uno osa confessare di non trovare nessun argomentazione credibile, o almeno sufficiente a farmi ritenere che il fenomeno possa essere in qualche modo reale partono gli apostoli delle scie chimiche che sanzionano dando dell' ignorante senza nemmeno specificare il perchè: Ringrazio anonimo 15:16 e Gianni per non avermi almeno insultato.
A Gianni rispondo che nel video si mostra un normalissimo aereo in fase di collaudo mentre svuota la zavorra per variare le condizioni di volo. Pure si sentono i piloti ridere del fatto che se metteranno su youtube il video il giorno dopo i complottari impazziranno e si divertonpo di questo fatto.
Oltretutto il video dimostra che la scia rilasciata puo' essere lunga solo pochi Km. (Oggi ero in volo tra Budapest e Milano e il GPS segnalava circa 200 metri al secondo di velocità: potete calcolare quanto sia lunga la scia rilasciata nel video! non certo 100 km e neppure 10 ma si vede che è esaurita. Come lo si spiega?)

Le analisi a terra dicono davvero poco: l' aria è inquinata e non necessariamente dalle scie, il terreno pure e comunque sono presenti naturalmenter altri metalli e il vento nel tempo deposita di tutto per terra.
Le analisi in quota fin' ora fatte (piu' della metà da chi crede nelle scie chimiche) dimostrano regolarmente che si tratta di acqua mista a fumi di scarico normalissimi.

Comunque... ho capito che le scie chimiche sono una fede: uno la abbraccia e vi crede. La ragione non vale nulla contro la fede e si finisce solo per litigare.

A me interessano i fenomeni ufologici: se mi permettete seguirò su questo argomento soltanto e mi limiterò a mostrare riguardo alle scie chimiche eventuali inconsistenze.

gianni ha detto...

dunque, se hai visto bene il video, e se hai letto tutto quello che c'è nella pagina del tubo, qualche dubbio dovrebbe salirti, anch'io non credevo nelle scie chimiche, ma qualcosa di strano c'è... se ossevi bene il video, capisci che quello che sta scaricando, non è carburante in eccesso, lo avevo pensato anch'io, ma dopo un'analisi alquanto logica, mi chiedo, perchè spargere su una superficie grande quanto tutte le ali un liquido altamente infiammabile, con il rischio che entri nei motori ed esploda? e questa è la nota sul video, purtroppo non trovo video che descrivano come funge lo scarico di carburante, chiederò ad un mio amico che di aerei ne sa...cmq è logio pensare che il carburante in eccesso venga scaricato in altra maniera. Altra nota, se cerchi sul tubo e se nn lo hanno già tolto, ci sono dei filmati fatti da un operaio in aereoporto, dove si vedono benissimo, su aerei di linea, gli irroratori inseriti all'estremità dei motori, e che non hanno nulla a che fare con la propulsione.
Quello che mi ha fatto prendere male, è la teorica conseguenza che fa su certe persone, ho visto un dc, dove una tipa è stata rovinata, ed hanno dato la colpa alle scie chimiche, questa, ha dei fili sintetici che gli escono dalla pelle....dopo è vero, senza analisi accurate, questa cosa non si puoprovare, ma i governi stanno pensado ad altro.

Ti chiedo solo di pensare che tutt'ora i campi magnetici provocati dai cavi ad alta tensione NON sono tossici e che le frequenze, con qui innondano la nostra atmosfera sono innoque, le verdure che mangiamo sono purissime e NON contengono mercurio o altre sostanze tossiche, e NON siamo mai andati sulla luna...

PS serie di battute sarcastiche.. che mondo pessimo dominato dal petrolio e dai soldi.. che schifo.

Anonimo ha detto...

Su internet si trovano in abbondanza siti che perorano sia l'una che l'altra teoria.In alcuni altri si assume un atteggiamento imparziale rispetto alle due visioni, ma il risultato fondamentale è che è molto difficile per un internauta farsi un'idea non preconcetta del fenomeno.Per ogni tesi, anche ben argomentata, c'è ne è sempre una altrettanto precisa che va in senso inverso.Bisognerebbe avere analisi certificate, di lunga durata e di diversi luoghi, oltre che a testimonianze del personale addetto a queste operazioni.In presenza di dati certi e non interpretabili, ognuno potrebbe farsi la sua personale opinione, ma comunque i dati resterebbero sempre quelli.E come quando in tv due partiti contrapposti commentano delle cifre.Gli uni dicono che sono positive, gli altri che sono negative.Ma se le cifre sono ESATTE i telespettatori possono farsi un idea reale della verità indipendentemente dalle tesi dei contedenti.Questo vale nei confronti delle scie chimiche, ma anche di tanti altri argomenti,dove piuttosto che perseguire la VERITA le persone tendono a perseguire la LORO personale VERITA.E fra le due cose può esserci anche molta differenza.Personalmente mi trovo a pensare nel mezzo.Trovo possibili le teorie di una e dell'altra parte,almeno in certi aspetti.Se ci fosse fra le due fazioni un approccio costruttivo, anzichè di scontro, forse si potrebbe giungere a una migliore comprensione del fenomeno.Per quanto riguarda il titolo dell'articolo, trovo che sia fuorviante perchè, la Nhf più che essere un ente ufficiale, cioè pubblico, è un ente PRIVATO, quindi le conclusioni a cui giunge andrebbero attentamente valutate, sia che vadano in un senso che in un altro.Un ente privato per sua natura persegue obiettivi che non sempre si ricollegano al benessere e alla corretta informazione della collettività.E dico questo senza escludere che le loro analisi siano corrette. Scott

Annalisa ha detto...

Certo Scott, e pure per gli enti pubblici e i media ufficiali vale lo stesso discorso: non sempre perseguono obiettivi volti al benessere e alla corretta informazione nei riguardi della collettività.

Anonimo ha detto...

Cari disinformatori, le scie chimiche esistono eccome altro che no, ma ogni tanto perchè non alzate gli occhi e attivate il cervello?

Posta un commento

Non si pubblicano commenti contenenti link che rimandano ad altri siti/blog per farsi pubblicità o altro.
I link sono tutti no_follow pertanto non verranno pubblicati.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...